Hoka maratona di Ravenna, un fine settimana di storia e DI ricordi del passato

La 23esima edizione della HOKA Maratona di Ravenna città d’Arte sta per cominciare e la città si sta preparando ad accogliere tra le proprie strade migliaia di runner e non solo. Gli occhi saranno puntati sulla zona compresa fra il Pala de André di Ravenna, dove sarà allestito l’Expo Marathon Village, il MAR, Museo d’Arte Moderna della Città di Ravenna, e Via Di Roma, ma anche sull’ex Ippodromo Candiano, teatro della partenza della 10Km. Foto : Anna-Incerti-Rosaria-Console-e-Deborah-Toniolo-Europei-Zurigo-201

Tanti saranno gli appuntamenti. Non solo la gara regina sulla distanza di 42,195 Km incorniciata negli splendidi siti storici e artistici di Ravenna, ma un programma ricco di spunti e di occasioni per scoprire un territorio unico al mondo.

Nell’ampio programma dell’evento ravennate, cade l’occhio sul dibattito intitolato “La Storia Siamo Noi”, un evento che porterà a Ravenna molti atleti che hanno fatto la storia dell’atletica leggera e che in molti casi hanno contribuito a rappresentare il nostro paese in giro per il mondo. Tra gli ospiti spiccano i nomi di: Gianni Poli, Salvatore Bettiol e Osvaldo Faustini che insieme vantano la vittoria del campionato del Mondo di Maratona a squadre nel 1987 a Seoul, sei campionati italiani e tantissime altre vittorie come quella della Maratona di New York nel 1986 per Poli. Mentre tra le donne ci saranno Rosaria Console vincitrice di un oro alle Universiadi nel 1999 e di ben sette titoli nazionali, Anna Incerti che vanta un oro agli europei di maratona nel 2010 a Barcellona e tanti altri titoli nazionali e Deborah Toniolo che insieme a Incerti ha conquistato l’oro europeo a squadre di maratona a Göteborg nel 2006. Inoltre, non mancheranno i celebri commentatori della diretta streaming dell’evento come Francesco Panetta, Marco Marchei, Daniele Caimmi, Giovanni Ruggiero e Gavino Garau, che si aggiungono alla lista degli ex atleti che hanno contribuito a fare la storia dell’atletica leggera. Infine, ci sarà anche Franco Bragagna voce, per conto della Rai, delle più grandi imprese dell’atletica leggera e non solo.

Francesco Panetta campione mondiale 3.000 siepi 1987 Roma

Finito il dibattito che si terrà pressò l’Expo del Pala de André alle ore 15 di sabato 12, gli ex campioni e campionesse si sposteranno al Mercato Coperto dove sarà prevista un’innovativa attività di Food Experience e infine la cena insieme agli organizzatori di Ravenna Runners Club e ad alcune figure rappresentanti le istituzioni. Domenica 13 invece, gli ospiti saranno tutti presenti in via di Roma per assistere alla partenza della manifestazione e per partecipare alla diretta streaming ufficiale della 23esima Maratona di Ravenna.

Gianni Poli , maratone di New York 1986

Questa edizione conterrà anche un ricordo speciale per la persona che ha ideato e dato vita alla Maratona di Ravenna. Infatti, in memoria di Sergio Fantinelli, patron della Maratona ravennate scomparso proprio quest’anno, Ravenna Runners Club ha deciso di istituire un traguardo intermedio davanti all’abitazione dei suoi familiari a Punta Marina. Proprio di lì passerà il percorso della Maratona e il primo che taglierà questo traguardo riceverà un premio in ricordo di Fantinelli e del suo grande impegno sportivo che l’ha portato ad organizzare la prima Maratona di Ravenna nel 1999.