Serie C: Ternana verso la B. Al ‘Liberati’ Casertana sconfitta 5-1

TERNANA PADRONA DEL CAMPIONATO ALLUNGA A 14 PUNTI DI VANTAGGIO SULLE INSEGUITRICI DOPO LA GOLEADA 5 A 1 RIFILATA ALLA CASERTANA. CAMPANI BRAVI A NON PARTIRE BATTUTI E SEMPRE PROPOSITIVI. TERNANA CINICA ED IMPLACABILE HA “MESSO LE MANI” SULLA SERIE B

Non ci sono avversari per la Ternana in questo campionato. Il girone C è assoluto dominio della squadra rossoverde implacabile anche quando le squadre avversarie la mettono in seria difficoltà.

Contro la Casertana, data in gran forma e lo ha dimostrato in campo in tutto e per tutto, la Ternana ha segnato cinque goal contro uno degli avversari, padronanza di gioco e carattere ed ora in classifica ci saranno da gestire ben quattordici punti di vantaggio sulle inseguitrici.

La Ternana ha dimostrato tutta la sua forza, ma i campani non meritavano una punizione così.

Una migliore partenza da parte degli ospiti della Casertana, che al 9’ hanno avuto la prima chances con un colpo di testa di Rosso alto sopra la traversa di Iannarilli dopo un bello spunto di Santoro.

Una conclusione al 10’ per la Casertana con il tiro da fuori area di Izzillo terminata alta.

Una nuova opportunità per l’undici campano al 15’ con un tentativo di Del Grosso dalla lunghissima distanza “scivolato” fuori dallo specchio della porta rossoverde.

Un calcio di punizione per la Casertana al 21’ con un tiro di Santoro, che ha scavalcato la barriera, ma ha trovato i pugni del portiere della Ternana attento alla provvidenziale deviazione in angolo.

Ma alla prima palla goal utile o quasi la Ternana è passata in vantaggio e lo ha fatto al 27’ quando Falletti ha scaricato tutta la sua potenza con un tiro forte e centrale, Avella ha respinto sui piedi del capitano di giornata, Furlan, il quale non ha perdonato con un diagonale di assoluta precisione.

Neanche il tempo di rimettere il pallone in gioco che la Ternana ha raddoppiato al 31’ con l’attaccante Partipilo, bravo a stoppare il pallone ed aprire il varco giusto per il sinistro a fil di palo.

Eppure la partita era iniziata sotto il “segno” degli ospiti molto propositivi, capaci di aggredire la Ternana capolista senza farla ragionare e ripartire giocando a “viso aperto” senza timore.

La Casertana era data in gran forma e lo ha subito dimostrato con un buon temperamento, rinfrancata anche da cinque vittorie consecutive su sei incontri disputati, qualche rinforzo nell’ultimo mercato di gennaio ed un atteggiamento compatto e diligente nel primo tempo.

Una squadra cinica, la Ternana, come raramente avevamo visto negli ultimi anni con affondi sempre da brivido per le difese avversarie e giocate che spesso fanno la differenza.

Al 43’ la Ternana è andata vicino al terzo goal, propiziato da un cross di Laverone sulla trequarti campo, per il colpo di testa di Kontec di poco alto sopra la traversa campana.

Poi la Casertana si è riaffacciata in avanti con una conclusione di Cuppone fuori e con il goal di Konatè sul finale del primo tempo, che ha “riaperto i giochi” premiando giustamente gli ospiti.

La Casertana è stata aggressiva e dalle buone giocate, che non hanno fatto “dormire sogni tranquilli” alla difesa rossoverde con verticalizzazioni veloci e pericolose.

La Ternana è invece una squadra maggiormente tecnica e in questo campionato implacabile quando al 3’ della ripresa Falletti ha “portato a spasso” la difesa avversaria al limite dell’area di rigore e poi ha servito l’accorrente Partipilo, il quale ha spedito il pallone sotto l’incrocio dei pali.

Tris subito servito senza “fare una piega” al cospetto di avversari mai domi per lo spettacolo.

Al 7’ Izzillo ha colpito di testa per i “gialli” e la palla, comunque, ha sorvolato di poco la traversa.

Basta un’accelerazione e la Casertana è andata ko nuovamente contro una spietata Ternana con Partipilo questa volta si è trasformato in uomo assist ed ha mandato in porta Raicevic al 12’, lesto ad eludere l’intervento del portiere mettendo la “ciliegina sulla torta” ad un’azione perfetta.

Una Ternana, che ha trasformato in oro quasi ogni palla goal colpendo con quattro passaggi una squadra come la Casertana generosa e sempre viva, ma con grossi sbandamenti difensivi.

E’ arrivato puntuale anche il quinto goal delle “fere” vera prova di forza con un contropiede a campo aperto, Partipilo e Peralta soli davanti al portiere con quest’ultimo finalizzatore di turno.

E poi ancora Paghera vicino al sesto goal mancato in scivolata dopo un’altra bell’azione sull’asse Partipilo – Laverone a ribadire, ancora una volta, lo strapotere della squadra rossoverde.-

TERNANA (4-2-3-1): Iannarilli, Laverone, Kontec, Boben, Frascatore (79’ Mammarella), Proietti (71’ Paghera), Palumbo (46’ Salzano), Partipilo, Falletti (64’ Peralta), Furlan, Raicevic (71’ Ferrante). All. C. Lucarelli

CASERTANA (4-3-3): Avella, Polito, Konate, Carllo, Del Grosso (62’ Rillo), Icardi (62’ Matese) Santoro, Izillo, Rosso (79’ Longo), Cuppone (62’ Matos), Turchetta (62’ Pacilli) All. F. Guidi

ARBITRO: Ediard Pashuko di Albano Laziale

ASSISTENTI: Stefano Lenza (Firenze) – Costin Del Santo Spataru (Siena)

IV UFFICIALE: Simone Galipò (Firenze)

RETI: 27’ pt. Furlan (Ternana), 31’ pt. Partipilo (Ternana); 47’ pt. Konatè (Casertana), 3’ st. Partipilo (Ternana), 12’ st. Raicevic (Ternana), 38’ st. Peralta (Ternana)

AMMONITI: Santoro (Casertana), Palumbo (Ternana)

ANGOLI: 4 a 3 per la Ternana

RECUPERO: 2’ pt., 2’ st.

Stefano Giovagnoli