Sergio Massidda tra i grandi del Mondo: è quarto ai Mondiali di Bogotà

L’Azzurro è nella top ten in lizza per i Giochi di Parigi 2024

Sergio Massidda è quarto ai Mondiali di Pesistica Olimpica di Bogotà, primo evento di qualificazione olimpica per i Giochi di Parigi 2024. L’Azzurro, tra i più giovani in pedana, è protagonista di una grande gara che lo pone ai piedi del podio, con un totale di 293 kg, nuovo record italiano, che lo proietta nell’elite mondiale in corsa per le prossime Olimpiadi.

La gara

La gara è stata vinta dal cinese Li con 312 di totale (137 + 175), che mette la firma anche sul nuovo record del mondo, davanti all’indonesiano Irawan con 300 kg (135 + 165) e al connazionale He con 296 (136 + 160)

Uno strappo al cardiopalma per Sergio Massidda, che entra in gara con 130 kg. L’Azzurro riesce a sollevarli ma non riesce ad incastrarli al meglio ed è costretto a ‘mollare’ il bilanciere; i suoi avversari, a partire dl georgiano Mishvelidze, riescono invece a sollevare la misura, alzando ulteriormente l’asticella. Non potendo lasciare nulla indietro, l’atleta del CS Esercito è costretto a rilanciare con 133 kg, per tentare di superare il cinese He con 132, ma anche questi non vanno. Con grandissima determinazione Sergio si lascia i due errori alle spalle, sa che bisogna osare per restare tra i ‘grandi’, è così fa: chiede 135 kg sul bilanciere, tra gli incitamenti del pubblico e una tensione palpabile. E ce la fa: Massidda solleva 135 kg, lasciandosi andare ad un urlo liberatorio. Finisce 4° nell’esercizio di strappo, superato dall’indonesiano Irawan, con gli stessi kg ma sollevati precedentemente, dal cinese He con 136 e dall’altro cinese Li, primo con 137 kg, unica alzata valida per lui. L’Azzurro migliora anche il record italiano di specialità, appartenente allo stesso Massidda e firmato solo pochi mesi fa a 134 kg.

Nello slancio Massidda entra in gara sollevando 158 kg, a soli 2 kg dal (suo) record italiano di specialità. Gli avversari non restano a guardare, primo fra tutti il cinese He che, sollevando 160 kg in seconda prova, firma il nuovo record del mondo junior di totale con 296 kg. Torna in pedana Sergio per una nuova sfida: è lui questa volta a tentare il record del mondo junior, per ben due volte, prima con 162 (per il totale), poi con 164 (per lo slancio e il totale) ma dopo una girata perfetta, in entrambi i casi è la spinta che non va. Sergio chiude quindi con 293 kg, nuovo record italiano di totale (precedentemente di 290), in ottava posizione di specialità; nel totale Massidda finisce ai piedi del podio, in quarta posizione, che lo piazza nell’elite mondiale e lo inserisce tra quei dieci atleti potenzialmente in lizza per i Giochi di Parigi 2024.

I prossimi Azzurri in gara

Domani sarà il turno di Lucrezia Magistris, vicecampionessa Europea, in gara nella 59 kg; Giulia Miserendino, fresca di Titolo Continentale Junior, con 3 medaglie d’oro e 3 record Italiani; il bronzo olimpico Mirko Zanni, nella sua nuova categoria, la 73 kg, protagonista anche del LANCIO PROMO del Mondiale; Oscar Reyes, al suo esordio con la maglia azzurra su una pedana internazionale, in gara nella 81 kg. Chiude la carrellata di atleti italiani, Cristiano Ficco, campione Olimpico ai Giochi giovanili di Buenos Aires e neo Campione Europeo U23, competerà nella 89 kg.