L’omaggio a Maradona dal 10 Ottobre si estende ai Mondiali

Come annunciato al primo turno in occasione dell’incontro internazionale di Scholas Occurrentes con Papa Francesco, il prossimo 10 ottobre annuncerà virtualmente l’omaggio a Diego Maradona, che culminerà con la partita per la Pace, “We Play For Peace” che Se si Si Si svolgerà il 14 novembre allo Stadio Olimpico di Roma.

CITTÀ DEL VATICANO, 8 settembre 2022 – Lo Stadio Olimpico ospiterà un ritorno all’epicentro del clamore per il ritmo, attraverso l’espressione di massa del calcio internazionale di tutti e tempi.

Il Match for Peace, l’evento benefico interreligioso più importante al mondo, sarà il preludio dei Mondiali del Qatar 2022, quando il Pallone della Pace sarà consegnato dal Santo Padre Francesco per la Partita dell’Olimpico.

Un’emozione speciale per questa terza edizione dell’incontro, che sarà preceduta nelle settimane precedenti da un omaggio al grande fuoriclasse del calcio, Diego Armando Maradona, che è stato il principale promotore e figura rappresentativa di questa manifestazione, capitano della squadra Scholas, nel Match svoltosi nel 2016.

Ecco perché il 10 / 10 la palla comincerà a rotolare in un omaggio al “Diez”, che durerà fino al 14 novembre, data in cui si passerà dal piano virtuale a quello reale, con la partita di calcio giocata in suo onore.

Lo spettacolo attirerà l’attenzione di tutto il mondo, poiché oltre ad avere numerosi personaggi sportivi, verrà utilizzata tecnologie all’avanguardia, implementando l’olopresenza di Naumachia Network.  Attraverso di essa potrete rivivere in modo unico diversi momenti della vita e della storia dei #10.

Il Match for Peace 2022 è stato presentato proprio da Papa Francesco lo scorso 19 maggio nell’Aula Magna della Pontificia Università Urbaniana. In quell’occasione, sostenendo l’iniziativa e invitando a partecipare, il Santo Padre ha affermato: “Il desiderio di tutti è la pace. Giocando in squadra, invece, la competizione da guerra si trasforma in seme della pace. Questo gioco o è vinto da tutti noi, o quelli che perdono di più continueranno ad essere i bambini e giovani. Il simbolo di questa Festa della Pace è l’olivo. Vi invito a giocare per la pace”, invitando tutti a piantarla quel giorno insieme a Scholas.

L’evento ha il patrocinio istituzionale del CONI – Comitato Olimpico Nazionale Italiano e contribuirà a sostenere i programmi gratuiti del Pontificio Movimento Scholas Occurrentes, creato da Papa Francesco e la cui missione è collegare tecnologia, arte e sport per promuovere l’ educazione e realizzare l’integrazione di tutte le comunità, rispondendo alla chiamata a creare una “Cultura dell’incontro” e avvicinando i giovani in un’educazione che generi senso.

 Maggiori informazioni sul lancio dell’evento:

Dopo aver pronunciato il suo messaggio, il Papa ha assistito, insieme agli atleti che hanno partecipato al lancio, Ronaldinho, Dani Alves e Maxi Rodríguez, a un emozionante video di sostegno all’evento registrato anni fa dallo stesso Diego Maradona, seguito poi dai messaggi di sostegno di molte personalità del calcio mondiale come Lionel Messi, José Mourinho, Luis Suárez, Gianluigi Buffon e Ángel Di María, tra gli altri.  Sua Santità ha benedetto il Pallone della Pace con cui si giocherà la partita e un Ulivo, simbolo di pace nel mondo e della Fondazione Scholas per questo evento.

Leo Messi: “E’ molto importante che ognuno di noi si unisca a questo appello alla pace. Insieme possiamo far cambiare le cose”.

Gianluigi Buffon: “Fallo per i ragazzi, per Diego, per Scholas, fallo perché vinca la pace”.

Ronaldinho: “Papà Francesco vi invita tutti e io sarò presente”.

José Mourinho: “E’ la partita della Pace ed è un omaggio al mio caro amico Don Diego Armando Maradona”.

Ángel Di María: “Sono sicuro che con il calcio possiamo aiutarti a fare il cambiamento”.

foto  ©Vatican News; Free Photo – Credit ©Vatican News