Tennistavolo Norbello: agli italiani di Riccione ci scappa il bronzo nel doppio misto

 

Messa momentaneamente in naftalina l’attività a squadre, il sodalizio del centro Sardegna ha monitorato con orgoglio l’atteggiamento dei propri tesserati impegnati a Riccione nei Campionati Italiani di categoria. Foto: il podio doppio misto 3^categoria

E per non farsi mancare nulla conquista una medaglia di bronzo. È successo al doppio misto di 3ª categoria composto da Marialucia Di Meo e Pasquale Vellucci (vedere interviste in basso).

Nella nota meta turistica rivierasca danno un contributo alla causa norbellese anche Martina Mura, Eleonora Trudu e Krisztina Nagy. Tra singoli e doppi si barcamenano consce dei loro limiti ma pronte a spendere qualche goccia di sudore oltre la norma. L’italo magiara è l’atleta che più si avvicina al podio fermandosi ai quarti di finale sia del singolo, sia nel doppio misto 2categoria con Alessandro Guarnieri.

Al PlayHall romagnolo fa la sua apparizione il presidente Simone Carrucciu che tra una trattativa e l’altra legata ai prossimi assetti delle due squadre ammiraglie di A1 maschile e femminile e non solo, segue le performances dei propri atleti: “I miei più calorosi complimenti – dice Carrucciu – giungano a Marialucia e Pasquale che ancora una volta mostrano un legame affettivo con la nostra maglia gialloblù. Un plauso lo dedico a tutte le altre nostre validissime atlete che non si tirano mai indietro quando devono misurarsi con i loro pari grado di tutta Italia”. Ora non resta che attendere i Campionati Sardi Assoluti e Paralimpici del 12 giugno presso il CUS di Cagliari e a seguire i Campionati Italiani Veterani e Paralimpici. Con gli Europei Veterani, sempre a Rimini, la stagione per il team guilcerino potrà dirsi ufficialmente chiusa.

L’ENTUSIASMO DI PASQUALE VELLUCCI

Elevano il nome del pongismo gialloblu sebbene siano campani doc. Marialucia Di Meo e Pasquale Vellucci formano un doppio misto di terza categoria molto insidioso. Nelle loro sfide ad eliminazione diretta estromettono nell’ordine le coppie Simone Bonamin/Xu Yi Yan, Daniele Rossi/Francesca Avesani, Vincenzo Delli Carri/Martina Eheim. L’ascesa si ferma dopo i quattro set disputati contro il duo Attilio Serti/Margherita Cerritelli. Ma la sconfitta non intacca la felicità dei due giocatori: “È stata una escalation bellissima, giocata alla perfezione fino alle semifinali sia da me, sia da Marialucia – rimarca Pasquale Vellucci – e questo è accaduto perché ci siamo trovati benissimo insieme, con molto affiatamento. Fino alla semifinale non abbiamo avuto problemi, poi abbiamo un po’ abbassato la guardia pensando che avremmo potuto superare anche quello scoglio”. Invece la partita si è complicata: “Alla fine Vincenzo e Martina sono stati più bravi – continua il pongista di Sessa Aurunca – però è un peccato perché il podio più alto era alla nostra portata, ma siamo contenti lo stesso. Poi stila le sue personali conclusioni: “Voglio ringraziare Marialucia, grandissima professionista e bellissima persona. È stato veramente molto bello ed adrenalinico questo doppio con lei. Sicuramente proveremo a conquistare l’oro l’anno prossimo”.