Nations League: Itaia – Spagna 1-2. Due volte Ferran Torres . Pellegrini accorci. Furie Rosse in finale

La Spagna è la prima finalista della Nations League 2021.

A San Siro le Furie Rosse battono l’Italia, 1-2. Dopo 37 risultati utili consecutivi , gli azzurri mancano l’obiettivo di due titolo consecutivi dopo quello europeo 2020. Gli azzurri giocheranno per il terzo posto , domenica alle ore 15 contro una tra Belgio e Francia.

Sia mancini che Luis Enrique si affidano al 4-3-3. la Spagna ha buon gioco lungo la fascia sinistra , è lì che sfondano al 17′ con il vantaggio di Ferran Torres, il cross di  Oyarzabal trova bastoni in anticipo ma non colpisce la palla, facile per l’attaccante spagnolo depositare la palla alle spalle di Donnarumma, l’ex portiere del Milan puntualmente fischiato dal pubblico. L’Italia accusa il colpo e subisce il palleggio della Spagna. La reazione c’è , prima con Bernardeschi che liberatosi in area calcia con Simon che respinge sul palo, poi l’occasione clamorosa di Insigne, l’attaccante del Napoli solo davanti al portiere iberico calcia a lato.

Prima del riposo, Bonucci già ammonito per proteste, allarga un po’ troppo il gomito andando a saltare su Busquets e Karasev decide di estrarre il secondo giallo lasciando gli azzurri in dieci appena prima dell’intervallo.

In pieno recupero arriva il raddoppio spagnolo ancora , ancora sull’asse Oyarzabal-Torres, che di testa batte Donnarumma per lo 0-2.

Nel secondo tempo Mancini inserisce Kean per Insigne e Locatelli per Verratti. La squadra dimostra coraggio .. Chiesa in contropiede semina il panico e colpisce un palo clamoroso, azione viziata da fuorigioco.

Oyarzabal sfiora il 3-0 , ci prova anche con Alonso, sul cui sinistro è strepitoso il riflesso di Donnarumma

Sale il nervosismo , mentre per Luis Enrique è l’occasione di mandare in campo diversi giovani. Tra questi anche Yeremi Pino, che commette la leggerezza di regalare un pallone a Chiesa sugli sviluppi di un corner a favore: l’azzurro si invola in campo aperto e arrivato davanti a Simon ha la lucidità di servire Pellegrini, che deve solo appoggiare in rete. La reazione d’orgoglio non è però sufficiente a cambiare un finale ormai scritto.

IL TABELLINO

Italia-Spagna 1-2

Italia (4-3-3): Donnarumma ; Di Lorenzo , Bonucci , Bastoni , Emerson ; Verratti  (13′ st Locatelli ), Jorginho  (19′ st Pellegrini ), Barella (27′ st Calabria ); Chiesa , Bernardeschi  (1′ st Chiellini ), Insigne (13′ st Kean ).

Ct: Mancini

Spagna (4-3-3): Simon ; Azpilicueta , Laporte , P. Torres , Alonso ; Koke  (30′ st Merino ), Busquets , Gavi (39′ st Sergi Roberto ); Oyarzabal , Sarabia , (30′ st Gil ), F. Torres  (4′ st Pino );

Ct: Luis Enrique 

Arbitro: Karasev

Marcatori: 17′ e 45’+1 F. Torres (S), 38′ st Pellegrini (I)

Ammoniti: Sarabia (S), Azpilicueta (S), Pino (S), Locatelli (I), Oyarzabal (S)

Espulsi: Bonucci (I, somma di ammonizioni)