Continental protagonista della Transitalia Marathon 2021

Grande successo per la settima edizione della manifestazione internazionale di mototurismo non competitiva. Per il terzo anno Continental è stato partner tecnico dell’evento.

Con l’ultima tappa di Nocera Umbra (PG) è calato il sipario sulla settima edizione della Transitalia Marathon, manifestazione internazionale adventouring offroad di mototurismo non competitiva. Per il terzo anno Continental era presente in qualità di partner tecnico.

“Ancora una volta abbiamo partecipato con entusiasmo a questa importante manifestazione che, ogni anno, migliora i suoi standard qualitativi e di sicurezza. È un momento speciale che unisce passione e natura in un connubio davvero unico. Si viaggia attraverso paesaggi incredibili nel massimo rispetto dell’ambiente, potendo sfruttare la propria moto in passaggi off road che sono il perfetto mix tra difficoltà e divertimento. Il TKC 80, il superclassico tassellato Continental, ha condotto i motociclisti sul suo terreno ideale. Sterrato, fondi misti, pendenze elevate, fondi erbosi. Tutto quello che fa dell’off-road qualcosa di magico” afferma Giorgio Cattaneo, PR & Communication Manager di Continental Italia.

Durante la Transitalia Marathon 2021 Continental Italiaha fornito assistenza a tutti i concorrenti mettendo a disposizione un service specializzato per la sostituzione degli pneumatici. Inoltre, l’intero staff organizzativo è stato dotato di pneumatici di ricambio da montare in caso di necessità durante il percorso.

“Grazie al service Continental presente già nel Village di Rimini i partecipanti hanno potuto guidare l’intero itinerario in piena sicurezza con coperture nuove; gli pneumatici TKC 80 infatti sono il perfetto compromesso per un viaggio avventura di tale dimensione e lunghezza grazie al giusto feeling di guida che trasmettono sia alle moto più leggere che alle più imponenti BMW GS 1250” commenta Mirco Urbinati, ideatore e organizzatore di Transitalia Marathon.

L’edizione 2021 della Transitalia Marathon è stato un viaggio di cinque giorni alla scoperta delle tradizioni e dei paesaggi italiani. Esplorando vallate nostrane dell’Emilia-Romagna, Toscana, Lazio, Marche e Umbria i 350 partecipanti a bordo delle loro moto Maxienduro hanno macinato più di 1.000 chilometri e attraversato oltre 130 comuni.

Ora Mirco Urbinati, Patron della manifestazione, sta già pensando alla edizione 2022 che vedrà un importante cambiamento di personalità già dal Village di partenza. Obiettivo: aumentare il grande potenziale di attrattività che caratterizza la Transitalia Marathon.