Serie B con te.it: la Ternana si scioglie alle prime difficoltà è cosi anche la Pro Vercelli passa al “Liberati”

 UN QUARTO D’ORA CON IL GOAL DI FALLETTI DA FUORI AREA E POI I PIEMONTESI RIBALTANO IL RISULTATO GIA’ NL PRIMO TEMPO VINCENDO 2 A 1.

“VENGO A METTERCI LA FACCIA – DICE CARMINE GAUTIERI A FINE PARTITA –  MA E’ ARRIVATO IL MOMENTO CHE I GIOCATORI SI ASSUMINO LE LORO RESPONSABILITA’ E SAPERE TUTTI I RISCHI CHE CORRIAMO. SONO STANCO DI FARE CERTE FIGURE”. L’ALLENATORE DELLA TERNANA SI SFOGA E NON PENSA ALLE DIMISSIONI.
Nuvoloni densi sul “Liberati” per una Ternana arrivata quasi al capolinea, capace di giocare si e no quindici minuti per poi “sciogliersi come neve al sole” anche di fronte alla Pro Vercelli ennesima squadra a portarsi via l’intera posta in palio.
“Piove sul bagnato” in tutti i sensi anche dove dovrebbe passare la salvezza del gruppo sempre più in balia delle proprie paure ed incapacità dei singoli sia sotto il profilo tecnico, che caratteriale con Coppola e Contini, tra gli altri, incapaci di controllarsi ed il resto del gruppo “fermo alla deriva” assistendo al sorpasso della formazione piemontese che ha chiuso 2 a 1 la partita già nel primo tempo.
Il nervosismo di Coppola, ammonito dopo un quarto d’ora, ed una prima conclusione della Pro Vercelli verso la porta, hanno messo fine al cammino della Ternana, che pure aveva iniziato la gara provando a riscattarsi.
“Avevamo preparato bene la partita, ma dovevamo giocare come abbiamo fatto per novanta minuti e non solo per i primi quindici. Vengo a metterci la faccia – dice Carmine Gautieri – ma è ora che i giocatori si assumino tutte le responsabilità e devono sapere i rischi che corriamo”.
Ternana sistemata con il 4-3-3 e con il solo Pettinari tra gli acquisti di gennaio.
Aresti tra i pali, Zanon, Meccariello, Contini e Germoni in difesa, Defendi, Coppola e Palumbo a centrocampo, tridente con Pettinari, Avenatti e Falletti.
La Pro Vercelli si è schierata con il 5-3-2 con in porta Provedel, retroguardia formata da Germano, Bani, Legati, Konate ed Egualfi, mediana con Vives, Emanuello e Palazzi alle spalle del tandem d’attacco Aramu – Bianchi.
Al 3′ si è fatto vedere Pettinari per la Ternana in zona tiro con un sinistro rasoterra dal limite dell’area di rigore, che Provedel ha deviato in tuffo in calcio d’angolo.
Ancora Pettinari si è prodotto in un bello spunto in area piemontese, fermato all’ultimo momento da un difensore e intanto dall’altra parte del campo il tiro di Emanuello al 10′ si è perso di poco sul fondo.
All’11’ e’ tornata avanti la Ternana passando in vantaggio con Falletti ed il suo tiro da fuori, che ha letteralmente sorpreso Provedel, legittimando un buon inizio di partita degli uomini di Gautieri meno abulici del solito nelle conclusioni a rete.
Ha sfiorato il pareggio la Pro Vercelli con una palla messa in area su calcio di punizione e respinta sulla linea di porta da una traballante difesa rossoverde.
Avevamo visto sulle prime una discreta Ternana con pregevoli spunti sulle fasce laterali e finalmente alcuni tiri verso la porta avversaria.
Poi la squadra rossoverde ha tirato il baricentro all’indietro facendo guadagnare metri agli ospiti, che hanno pareggiato al 26′ su calcio di rigore con Aramu su cui Pettinari gli era franato addosso nonostante Aresti avesse intuito la traiettoria e poi si è innervosita con due cartellini presi nella prima mezz’ora ai danni di Coppola e Defendi perdendo lo “smalto” iniziale.
Errore di Coppola, che ha dato il via al tiro di Aramu, il cui diagonale è stato mal trattenuto da Aresti, che ha di fatto consegnato a Bianchi il tap in vincente.
“Alle prime difficoltà siamo andati in tilt, evidentemente c’è un problema mentale, ma ora – commenta l’allenatore – dobbiamo guardarci negli occhi e capire ciò che sta succedendo perché sono stanco di fare certe figure. Io ed il mio staff abbiamo la coscienza a posto, non mi era mai capitato di perdere più di due partite di seguito, il nostro lavoro implica di dovere lavorare sugli errori commessi, ma dobbiamo anche salvaguardare la dignità personale. Non mi sento di dare le dimissioni, ma è altrettanto normale sentirmi in discussione”.
All’inizio della ripresa la Ternana ha messo la “ciliegina sulla torta” sul suo mediocre campionato e, dopo avere cambiato terzino con Andrea Rossi, che ha sostituito Germoni, Contini ha preso il secondo “giallo” inevitabile l’espulsione.
Con la Ternana in dieci uomini, Palumbo si è fatto soffiare il pallone mandando Emanuello in area di rigore rinunciando ad un fallo che nella pallanuoto sarebbe definito “grave” in questo caso per la situazione della squadra, rimediato poi dal portiere Aresti con la decisiva uscita bassa ed in precedenza era stato l’attaccante Bianchi a divorarsi la grande chances per segnare il 3 a 1.
“La nostra è stata una vittoria importante – dice il tecnico della Pro Vercelli Moreno Longo – sapevamo che, una volta passati in vantaggio, avremmo potuto contare su un fattore ambientale non facile da gestire per una squadra in difficoltà come la Ternana”.
Al 36′ la Ternana ha subito anche un contropiede a “campo aperto”, che ha rischiato di porre fine alla partita se Aramu non avesse angolato troppo il diagonale “graziando” la pattuglia di Gautieri ancora con la speranza di raggiungere il pareggio.
Al 39′ calcio di punizione di Falletti dalla trequarti e, dal cross in area, ne è venuto fuori un colpo di testa di Diakite’ al lato non di molto rispetto alla porta avversaria.
Per il resto solo fischi del pubblico del “Liberati”, che ha contestato la squadra.
Il Tabellino

TERNANA (4-3-3): Aresti, Zanon, Meccariello, Contini, Germoni (1′ st. Rossi), Defendi, Coppola, Palumbo (29′ st. Acquafreaca), Pettinari (6′ st. Diakite’), Avenatti. All. C. Gautieri

PRO VERCELLI (5-3-2): Provedel, Germano, Bani, Legati, Konate, Guelfi, Vives (20′ st. Berra), Emanuello (33′ st. Osei), Palazzi (12′ st. Castiglia), Aramu, Bianchi. All. M. Longo

ARBITRO: Livio Marinelli di Tivoli
ASSISTENTI: Lorenzo Gori (Arezzo); Vincenzo Soricaro (Barletta)
IV ASSISTENTE: Alessandro Chindemi (Viterbo)

RETI: 11′ pt. Falletti (Ternana), 26′ pt. Aramu (Pro Vercelli) su calcio di rigore
44′ pt. Bianchi (Pro Vercelli)

AMMONITI: Coppola (Ternana), Defendi (Ternana), Contini (Ternana), Palazzi (Pro Vercelli), Meccariello (Ternana), Bianchi (Pro Vercelli). Zanon (Ternana)

ESPULSI: 4′ st. Contini (Ternana) per doppia ammonizione
RECUPERO: 1′ pt.; 3′ st.
ANGOLI: 4 a 3 per la Ternana
SPETTATORI: 1.078 paganti per € 2.226,30; 1.487 abbonati (rateo abbonati
€ 8.195,96).

 nella foto , la Curva Nord contesta i  i giocatori rossoverdi  a fine partita .

 

Stefano Giovagnoli