Serie BKT: Ternana- Reggina 2-0

LA TERNANA HA “MESSO IN CASSAFORTE” IL RISULTATO IN 16′. AL”LIBERAT” BATTUTA LA REGGINA 2 A 0 CON LE RETI DI PETTINARI E PALUBO. PARTIPILO HA SCIUPATO IL TRIS SBAGLIANDO UN CALCIO DI RIGORE. REGGINA DA META’ DEL SECONDO TEMPO IN DIECI PER L’ESPUSIONE DI BELLOMO.

PER LUCARELLI E’ STATA UNA VITTORIA DA QUATTRO PUNTI: SUPERATA LA REGGINA NEGLI SCONTRI DIRETTI, MA ORA ARRIVANO PARTITE DIFFICILI DA AFFRONTARE CON TRE GARE FUORI CASA SU QUATTRO AD INIZIARE DALLA SFIDA AL PISA

La Ternana ha fatto sua la partita 2 a 0 contro la Reggina nei primi 16’ quando è riuscita a “forzare il bunker” messo in atto dagli avversari velocizzando la manovra di avvicinamento alla porta.

Alcune belle giocate hanno permesso ai rossoverdi di costruire occasioni importanti e due goal, mentre nella ripresa la squadra ha amministrato la gara comunque in assoluto controllo dopo avere “disinnescato” la reazione calabrese ad inizio ripresa, rinfrancata poi dall’espulsione diretta di Bellomo e sciupona nel calcio di rigore “gettato alla ortiche” nel finale da Partipilo.

La partenza: Ternana manovriera nella circolazione del pallone, ma troppo lenta nel liberarsi della palla stessa, tanto da soffrire il pressing a tutto campo della Reggina nel tentativo di riconquistare il cosiddetto “pallino del gioco”.

Anche la Ternana, dal canto suo, ha attuato, in pratica, lo stesso metodo per bloccare le velleità della manovra altrui tenendo “alta” la difesa e “spingendo a tutta forza sull’acceleratore”.

Nella sostanza, questa volta, la squadra di Lucarelli ha fatto sul serio non limitandosi allo sterile possesso palla sulla trequarti campo favorita anche dall’acuto di Pettinari, che di fatto al 13’ ha lasciato di stucco difesa avversaria e spettatori con un azzeccato sinistro al volo.

La Ternana è apparsa poi galvanizzata dalla rete del vantaggio acquisito, tanto da giocare le successive azioni in scioltezza ed i risultati, in termini concreti, sono puntualmente arrivati.

Palumbo ha tramutato in rete al 16’ una corta respinta del portiere della Reggina dopo che la palla era terminata sulla traversa per un colpo di testa di Pettinari “innescato”  da un cross di Partipilo.

Ancora un traversone del numero 21 rossoverde, particolarmente ispirato, a “pescare” la testa dell’onnipresente Pettinari, gran partita la sua soprattutto nel primo tempo, il cui ”avvitamento” di testa non ha centrato lo specchio della porta.

Al 20’ un’altra azione della Ternana nell’area ospite il cui protagonista è stato il difensore Capuano con una eccellente rovesciata, che il portiere Micai ha provvidenzialmente deviato in angolo.

Infortunato Celli, che ha provato un allungo in area, è stato poi sostituito da Ghiringhelli al 43’.

“L’atteggiamento è stato quello giusto con la capacità di lottare – sentenzia Cristiano Lucarelli – ma dobbiamo anche cercare il dettaglio per correggerlo. Solo così si può guardare con ottimismo al proseguo del campionato. Per il modulo da attuare è giusto stabilirlo partita per partita e prendere i giocatori nel momento di forma migliore così nell’intelligenza e la bravura dell’allenatore”

L’inizio della ripresa è stato più propositivo da parte della Reggina quando il portiere della Ternana Iannarilli ha salvato il risultato con la collaborazione del palo respingendo un colpo di testa.

Al 18’ Pettinari – Palumbo – Pettinari con la conclusione di quest’ultimo non lontana dal palo.

Al 24’ la Reggina si è fatta nuovamente pericolosa nell’area rossoverde con un calcio d’angolo battuto a centro area per un colpo di testa di Cionek che ha fatto quasi la “barba al palo”,

Al 26’ Bellomo è entrato forte su Proietti della Ternana a centrocampo ed ha preso il “rosso diretto” lasciando la sua squadra in dieci uomini complicando non poco la rincorsa verso l’equilibrio.

Al 36’ l’arbitro ha concesso un calcio di rigore ai rossoverdi per un fallo di mano in area di Cionek dopo un consulto al var. Alla battuta è andato Partipilo, ma Micai ha intuito e parato la conclusione.

L’occasione del 3 a 0 è così sfumata, ma la Ternana aveva ormai il risultato messo in “cassaforte”.

“E’ una giornata da quattro punti – dice il mister rossoverde Lucarelli – perché ora siamo davanti alla Reggina negli scontri diretti. Oggi era importantissimo vincere perché ora ci aspettano gare difficili contro Pisa, Monza, Spal e Parma, tre partite fuori casa su quattro e comunque quota 50 punti è ancora lontana”.

TERNANA-REGGINA 2-0

Il Tabelino

TERNANA (4-3-1-2): Iannarilli, Defendi (33’ st. Capone), Sorensen, Capuano, Celli (43’ pt. Ghiringhelli), Koutsoupias (23’ st. Proietti), Agazzi (23’ st. Diakitè), Palumbo, Partipilo, Peralta (33’ st. Paghera), Pettinari. All. C. Lucarelli

REGGINA (4-2-3-1): Micai, Adjapong (16’ st. Lakicevic), Cionek, Aya, Di Chiara, Bianchi (16’ st. Kupisz), Crisetig, Folorunsho (39’ st. Hetemaj), Cortinovis (32’ st. Tumminello), Bellomo, Montalto (39’ st. Denis). All. R. Stellone

ARBITRO: Andrea Colombo di Como

ASSISTENTI: Stefano Del Giovane (Albano Laziale); Nicolò Cipriani (Empoli)

IV UFFICIALE: Filippo Giaccaglia (Jesi)

Var: Luca Banti (Livorno); Avar: Maria Sole Ferrieri Caputi (Livorno)

RETI: 13’ pt. Pettinari (Ternana); 16’ pt. Palumbo (Ternana)

AMMONITI: Pettinari, Agazzi, Palumbo (Ternana), Montalto, Folorunsho, Cionek (Reggina)

ESPULSO: 26’ st. Bellomo (Reggina) rosso diretto per comportamento scorretto

NOTE: ammonito Lucarelli (allenatore Ternana) per proteste

ANGOLI: 3 a 3

RECUPERO: 2’ pt.; 4’ st.

SPETTATORI; 2.361 spettatori di cui 154 ospiti. Incasso € 31.096

STEFANO GIOVAGNOLI