A Norbello regnano impegno, amicizia e buon umore

NICOLA CARBONI, CHIARA SCUDINO E NICOLA ORANI FANNO LA DIFFERENZA, Foto: suggestiva immagine della palestra norbellese.

La distanza equa tra i due capi e le condizioni meteo favorevolissime ha facilitato l’affluenza massiccia nella palestra di via Azuni, con 86 iscritti appartenenti a venti società. Per oltre dieci ore gli appartenenti ai quinta e sesta categoria si sono scalmanati accanto ai dieci tavoli elegantemente disposti nell’ampia area. Molti di loro, sebbene sconfitti, hanno atteso la fine delle dispute, per tributare i giusti onori agli scalatori di tabelloni che poi sono ascesi al podio. Fitet Sardegna e Tennistavolo Norbello architettano un bel ritrovo che ancora una volta può cancellare le ormai superate nostalgie pre lockdown.

I dirigenti del sodalizio guilcerino danno l’anima per assecondare tutti i voleri degli astanti e alla fine i visi stanchi sono scolpiti da solchi di fierezza e soddisfazione. Soprattutto quelli di Nicola Carboni (Torrellas Capoterra), Chiara Scudino (Tennistavolo Sassari) e Nicola Orani (Tennistavolo Quartu) che hanno dimostrato di essere i migliori nelle loro categorie.

Contentissimo Simone Carrucciu che aveva a cuore le sorti del torneo in quanto presidente sia della Fitet Sardegna, sia della società ospitante. “Non voglio esagerare – dice – ma ho assistito ad un torneo meraviglioso. Tutti i dettagli mi hanno profondamente colpito, dalla massiccia partecipazione degli appassionati che hanno continuato a gremire la palestra fino al termine della finale di quinta categoria, alla presenza di tanti giovani. E poi è stato bello osservare pongisti olimpici e paralimpici di diverse realtà societarie giocare sullo stesso piano e combattere per una posizione migliore”.

Pittoreschi anche i quadretti familiari animatisi tra le tribune spostabili che hanno dato ulteriore colpo d’occhio alla manifestazione.

“Vedere i rappresentanti delle società, gli atleti e familiari al loro seguito particolarmente felici mi danno ulteriori slanci per andare avanti nella mia missione come presidente isolano della Fitet – continua Carrucciu – sperando che questa sia veramente la stagione della ripresa. Ringrazio tutti i partecipanti e chi ha collaborato nel rendere l’organizzazione perfetta, compresi gli arbitri e i dirigenti che hanno gestito impeccabilmente la manifestazione, con la piacevole comparsa del nuovo punto ristoro gialloblù. E poi un invito a tutti i pongisti sardi al partecipare ai prossimi tornei previsti dal calendario”.

QUINTA CATEGORIA MASCHILE

I trentasette partecipanti sono spalmati in dieci gironi. Colpisce subito che le prime due teste di serie, Mattia La Gaetana e Gianni Pintus (Guilcier Ghilarza) vengano estromessi alla loro prima uscita nel tabellone ad eliminazione diretta. Dei “big” resistono Costantino Pilo (Santa Tecla Nulvi) e Fabrizio Melis (TT Guspini) che raggiungono il gradino più basso del podio. Ma è Nicola Carboni, vent’anni, da Quartu S. Elena che dopo un lungo periodo lontano dai tavoli ha ripreso a fare sul serio per conto del Torrellas Capoterra. Non compare nella Top 20 dei favoriti, ma la sua bravura era stata decantata a dovere fino al momento del suo improvviso ritiro. Dopo aver superato il girone a punteggio pieno avendo ragione di avversari di non poco conto come Pierluigi Montalbano (Muraverese), Emanuele Marras (TT Oristano) e soprattutto il suo ex compagno di scuderia Simone Sebis (TT La Saetta) ai vantaggi quinto set, Nicola rischia grosso anche negli incontri successivi quando deve recuperare due frazioni di svantaggio nei confronti sia di Mario Marchi (Guilcer Ghilarza), sia di Luca Broccia (TT Guspini). In semifinale parte nuovamente in svantaggio opposto a Melis ma poi fa suoi, non facilmente, i tre set successivi. In finale incontra Stefano Sedda della Marcozzi che in precedenza si era fatto largo grazie ai successi su Antonio Trubbas (TT Olbia), Pierpaolo Mura (Tennistavolo Sassari) e addirittura su Pilo (3-0). Ma in finale nulla ha potuto davanti ad un Carboni che gara dopo gara prendeva maggiore confidenza con il tavolo.

Si sono destreggiati dagli ottavi Enrico Bianciardi (TT Carbonia), Mattia Pala (TT La Saetta), Carlo Carta (TT Oristano), Montalbano, Celestino Pusceddu (Torrellas Capoterra), Gian Felice Delogu (Tennistavolo Sassari)

NICOLA CARBONI: “NORBELLO MI PORTA SEMPRE BENE”

Lo possiamo definire un simpatico burlone che fa fatica a prendersi sul serio. Nicola Carboni intasca la vittoria e risponde così alle sollecitazioni del giornalista.

Hai ripreso quest’anno, come mai ti eri assentato dai tavoli?

Perché sono una nutria che aveva perso la voglia di giocare

C’è stato un episodio particolare che ti ha fatto tornare nel giro?

Il mio amico laser mi ha portato in Tibet per una meditazione spirituale e vedendo le teste pelate dei monaci mi hanno ricordato le palline e quindi lì mi è tornata la voglia

Com’è l’ambiente di Capoterra?

Bellissimo e ci tengo a ringraziarli. E poi il nostro presidente mi ha ricordato il Tibet grazie alla sua testa pelata.

A Norbello tutto bene quindi?

Non so perché ma quella palestra mi porta sempre bene con i tornei, spero di farne di più lì.

Gli avversari più tignosi?

Tutti mi hanno impegnato, basta vedere che ho sempre perso un set con tutti. Se ne devo scegliere uno in particolare dico Simone Sebis de La Saetta, grande Simo.

Cosa ti è piaciuto maggiormente del tuo repertorio?

Il mio stato di forma che oserei dire pachidermico non è stato di grande aiuto, mi sono accontentato di colpire la palla.

Aspirazioni stagionali?

Spero di fare un bel campionato con la mia squadra.

Siamo alla fine

Voglio dedicare questa vittoria a Laserì, Mario di Cagliari, Urra, Figarro Filipitorre, Sagasinna Sagaderra, Franco e Pataghella. Un saluto a tutti.

QUINTA CATEGORIA FEMMINILE

Dopo il successo di Cagliari una riconferma. Chiara Scudino del Tennistavolo Sassari non conosce avversarie in grado di interrompere la sua sete di successo. Ha concesso un solo set a Chiara Cottiglia (TT La Saetta) nei quarti di finale, poi ha proseguito con un percorso netto allontanando le insidie di Nicoletta Montis (Quattro Mori Cagliari) e in finale quelle di Sara Floris (Torrellas). L’atleta capoterrese si è prima imposta nello scontro in famiglia con Benedetta Cingolani, poi si è superata in semifinale recuperando uno svantaggio di 0-2 nei confronti di Maria Laura Mura (Tennistavolo Sassari) con cui non aveva mai vinto in passato. Tra le prime otto figurano Marta Cottiglia (La Saetta), e Letizia Pusceddu (Torrellas Capoterra).

CHIARA SCUDINO: “LE AVVERSARIE MIGLIORANO A VISTA D’OCCHIO”

Di seguito le impressioni della pongista sassarese che continua il suo magico percorso: “Sono contenta del risultato ma potevo affrontare alcune partite in modo diverso. Molte avversarie hanno fatto passi da giganti e sono migliorate tecnicamente. Un grande progresso, ad esempio, è stato quello di Sara Floris, che ho battuto in finale; e di Chiara Cottiglia con la quale ho vinto precedentemente. In generale è stato un bel torneo, sono stata seguita da mio padre Pier Luigi che ha saputo darmi i giusti consigli e calmarmi duranti i momenti di tensione”.

SESTA CATEGORIA

Numeri quasi simili al torneo quinta categoria maschile con trentasei presenze. In questo caso i migliori si ritrovano appaiati nei quarti di finale, ma a prevalere è il veterano Nicola Orani (Tennistavolo Quartu) che partiva come testa di serie n.8. Già dal girone si capisce che le sue intenzioni sono bellicose perché non lascia nemmeno un set agli avversari. E così continua anche nel tabellone eliminando nell’ordine Alessandro Concu (La Saetta), Stefano Pittau (TT Carbonia), testa di serie n. 1. In semifinale è la volta di Quirico Mura (Guilcier Ghilarza) e poi in finale il quindicenne Christian Liscia (TT Guspini) che gli dà filo da torcere solo nella seconda frazione.

Partito come testa di serie n. 3 il pongista del medio Campidano si è disfatto della concorrenza di Giuseppe Solinas (Tennistavolo Sassari), Maurizio Vacca (ITC Fermi Iglesias). La piccola impresa la compie in semifinale superando la testa di serie n. 2, nonché suo coetaneo, Filippo Picciau (Marcozzi).

Negli ottavi di finale sono apparsi Luca Pinna e Varis Lai (Marcozzi), Sergio Aramu (Fermi Iglesias), Gianfranco Ibba, Nicolò Concas (Tennistavolo Quartu), Federico Casula (Tennistavolo Sassari), Antonio Cingolani (Torrellas Capoterra), Sergio Vacca (Tennistavolo Guspini).

“COMPLIMENTI A TUTTO IL GRUPPO DEL TENNISTAVOLO QUARTU”

(di Nicola Orani)

Non vedevo l’ora di partecipare, infatti sono arrivato più preparato rispetto ai campionati sardi dove ne presi parte senza allenamento. Ho trovato un bell’ambiente, è gradevole rivedere gli amici di vecchia data, ma anche fare nuove conoscenze, molte delle quali si sono complimentate con me e ciò mi ha fatto molto piacere. Il torneo era organizzato molto bene, bella palestra spaziosa e tempi di gioco rispettati. Inoltre il punto di ristoro allestito all’interno è sempre apprezzato quando si desidera un caffè.

Ho incontrato buoni avversari a partire dal girone di qualificazione. Non conoscendo la maggior parte dei giocatori c’era da parte mia tanta curiosità e la consapevolezza che confermare il risultato dei campionati sardi di marzo non sarebbe stato per niente semplice. Sono dispiaciuto per il mio compagno Gianfranco Ibba (anche lui ha ripreso da poco dopo anni di assenza) che ha pagato il fatto di non essere più abituato alla partita, ma che ha tutte le carte per provare a vincere i prossimi tornei. Vorrei fare i complimenti ai nostri ragazzi del TT Quartu che si sono comportati egregiamente e stanno formando un gruppo bello e affiatato.

Come obbiettivo vorrei cercare di entrare nei quinta categoria ed essere promosso con il TT Quartu in D1.

In fine vorrei ringraziare tutti; non nomino nessuno perché dovrei fare una lista lunghissima, ma ognuno ha contribuito affinché trascorressi una giornata splendida.

IN EUROPA: ATTESA PER LA CHAMPIONS A CAGLIARI

NULVI PASSA IL TURNO

In via Crespellani si fa il conto alla rovescia per lo storico esordio casalingo nella European Champions League Women, la competizione più prestigiosa a livello continentale. Mercoledì 9 novembre, alle ore 18:00, il Quattro Mori Cagliari riceverà la formazione spagnola dell’UCAM Cartagena TM. Inclusa nel girone A la squadra allenata da Stefano Curcio dovrà confrontarsi anche con il club tedesco TTC Berlin eastside. Il percorso nella Champion era cominciato nel mese di settembre a Irun (Spagna) con l’inedito e gratificante passaggio di turno.

C’è una compagine in Sardegna che per essere la prima volta ad avventurarsi oltre confine si è già tolta una soddisfazione. Si tratta del Santa Tecla Nulvi, vincitrice a Linz nei confronti dell’Hellmonseder Sport. Il risultato di 4-1 è scaturito dalle belle prove di Maxim Kuznetsov, Petar Vassilev e Aleksi Räsänen. Per la società anglonese è primato nella Pool C e conseguente passaggio alla fase denominata Dr. Josef Simecek-Trophy.

Facce sarde si sono viste anche al Bella Village di Lignano Sabbiadoro dove si sta svolgendo il WTT Youth Contender: sia Francesca Seu (Muravera TT), sia Laura Alba Pinna (Tennistavolo Sassari), hanno onorato l’impegno con la massima dedizione.

Infine l’asseminese John Michael Oyebode (Tennistavolo Sassari) è stato uno dei tre protagonisti, con la Nazionale italiana, al Centro Sportivo Bonacossa di Milano, nella gara del gruppo 5 di qualificazione ai Campionati Europei contro la Slovacchia che ha vinto 3-0.

Subito dopo Johnny ha preso parte anche al WTT Contender Nova Gorica in Slovenia.

PILLOLE DALLA SERIE A1 MASCHILE E FEMMINILE

Seppur con una classifica di A1 maschile sfasata dai continui spostamenti di gara, il Tennistavolo Norbello si trova inaspettatamente a comandarla in solitaria e a punteggio pieno. Nel primo match casalingo stagionale ha battuto per 4-1 il TT Cervino Genova con i contributi del tecnico giocatore Sergei Mokropolov, Javier Benito e Marco Antonio Cappuccio.

Alla sua prima uscita stagionale la Marcozzi Cagliari spartisce la posta sul campo del TT Reggio Emilia dopo un incontro a corrente alternata dove si è visto tutto e il contrario di tutto. Protagonisti nel bene nel male Enio Mendes e Siddesh Pande. Completamente positivo l’apporto dato da Antonino Amato.

Nel massimo campionato in rosa il Quattro Mori sblocca la classifica pareggiando sul campo del Südtirol con in vetrina il solito binomio romeno Andreea Dragoman -Tania Plaian. Con loro hanno partecipato alla sfida pure Rossana Ferciug e Offiong Edem.

Nel primo derby sardo in calendario il Tennistavolo Norbello, dopo il capitombolo di Bagnolo, sfrutta il fattore casalingo per imporsi nell’inedita contesa con la matricola Muravera TT. Il 4-1 finale è maturato grazie ai due punti di Magdalena Sikorska e di Alina Georgiana Zaharia, ma c’era anche Veronica Mosconi. L’unico punto sarrabese porta la firma di Shuonan Men che ha condiviso l’esperienza con Lisa Lung e Valentina Roncallo.

CAMPIONATI A SQUADRE DI NUOVO IN MARCIA

Nel prossimo week end si riparte con tutti le altre serie a squadre, nazionali e regionali.

In A2 maschile la capolista Marcozzi ospita la Bagnolese il 5 novembre, mentre il giorno dopo spazio ai concentramenti di serie A2 femminile spasi in tutta Italia. Nel girone A il Quattro M ori disputerà le due gare in calendario a Sgonico. Il Tennistavolo Norbello Blu sarà invece impegnato a Novara. Il Muravera TT vola a Cesenatico nel girone D. Infine appuntamento sardo nella palestra comunale di via Azuni a Norbello con protagonista anche le padrone di casa del Tennistavolo Norbello Giallo.

In B2 la capolista Muravera TT è di scena a Roma opposto al Castello S. Anna. La Muraverese fa gli onori di casa all’Eureka Roma. Turno in trasferta anche per il Tennistavolo Sassari, impegnato nell’impianto del Cral Roma.

Seconda ondata di concentramenti pure per la B femminile: a Roma per il girone I sono in ballo Muraverese, Tennistavolo Sassari e Muravera TT.

Appuntamenti in casa per Guspini e Cancello Alghero nella C1 maschile con i primi a contatto con la Roma 12 e i secondi con l’Eureka Roma.

La C2 regionale propone le seguenti sfide: Muraverese-Ghilarza, Carbonia Sassari, La Saetta-Fermi Iglesias, Guspini-Decimomannu.

La D1 girone A: Nulvi B-Monterosello, Ghilarza-Norbello, Nulvi A-Sassari A, Paulilatino-Sassari B.

Nella D1 sud: Capoterra-Marcozzi, Muraverese-Carbonia, La Saetta-Azzurra, Cagliari TT-Decimomannu.

In campo tutti e cinque i gironi della D2.