Si chiude la stagione per l’Allianz Powervolley: Piacenza espugna l’Allianz Cloud 1-3

Si chiude la stagione dell’Allianz Powervolley Milano. La squadra di coach Piazza esce sconfitta dalla quinta ed ultima giornata unica dei play off 5° posto contro Piacenza e, di fatto, dice addio alla speranza di potersi qualificare per la CEV Challenge Cup del prossimo anno dopo la vittoria al tie break di Verona contro Cisterna che permette gli scaligeri di salire al 4° posto (quoziente set 0,91, Milano 0,90) .

Dopo la bella vittoria in trasferta con Taranto, i meneghini non riescono a bissare il successo all’Allianz Cloud, battuti per mano degli emiliani per 3-1. Match chiuso in 4 set in circa due ore di gioco con i parziali 25-20, 27-29, 23-25, 19-25.

Giornata amara per Piano e compagni: il sogno di conquistare il 5° posto si interrompe nell’ultimo atto del girone unico dei  play off 5° posto. Il terzo confronto stagionale con Piacenza non premia l’impegno del team guidato da coach Piazza, che deve arrendersi al termine di una battaglia sportiva che vede sorridere gli avversari. Non è arrivata così quella vittoria o perlomeno quei punti preziosi  che avrebbero permesso di chiudere il girone tra le prime quattro contendenti per il quinto posto, gratificando una squadra che ha provato fino alla fine a giocarsi ogni chance possibile per ritornare in quell’Europa conquistata solo 1 anno fa ad Ankara nella finale di CEV Challenge Cup. Conclude così l’Allianz Powervolley Milano, nonostante la sconfitta, non aver raggiunto la semifinale in questi play off non va a inficiare la strepitosa stagione della società del presidente Fusaro. Alcune prestazioni in questo girone per il 5° posto non sono state all’altezza della Milano che ci siamo abituati a vedere; probabilmente per mancanza di energie la performance di alcuni giocatori è risultata sottotono, come ad esempio nella serata di oggi è venuto a meno l’apporto che solitamente Thomas Jaeschke ci ha abituato durante tutta la sua stagione, tant’è che ha subìto il cambio nel quarto set con lo svizzero Djokic, autore di una buona prestazione. C’è del rammarico in questa sfida, soprattutto davanti alla meravigliosa cornice dell’Allianz Cloud dove il numeroso pubblico ha regalato il suo calore fino all’ultima palla caduta.

CRONACA

Primo set:

Chinenyeze e Ishikawa per l’immediato 3-0, coach Bernardi usa il suo primo discrezionale. Il block out di Patry vale il 5-2, poi l’attacco out di Russell distanzia i meneghini 6-2. Recine in parallela segna l’8-5. L’invasione a rete degli emiliani consegna il break a Porro e compagni allargando la forbice 13-8. Recine accorcia le distanze 15-12, l’errore di Piacenza in attacco riporta gli ambrosiani a +4 (16-12). L’invasione dei meneghini vale il 17-15, e coach Piazza chiama time out per ripristinare l’attenzione. Uno straordinario Ishikawa da seconda linea riporta ad alta quota la sua squadra costringendo questa volta il coach degli emiliani al time out (20-15). Fischiato fallo a Recine per il 24-18, poi Mosca chiude i conti del primo parziale 25-20.

Secondo set:

Comincia bene per Milano, Leandro Mosca porta i suoi sull’immediato 7-3. Qualche errore di troppo da parte degli uomini di coach Piazza fa accorciare le distanze a Piacenza che si riporta sotto 8-6, poi Lagumdzija con la sua palla corta stabilisce la parità a quota 10. Sorpasso per la compagine emiliana (11-12) e coach Piazza chiama subito time out. Fluido cambio palla, le due squadre vanno a braccetto con il punteggio, l’opposto francese segna il 16 pari. Break per Milano, il servizio di Patry mette in crisi la ricezione di coach Bernardi e Mosca ne approfitta per chiudere il punto passando in vantaggio 20-19. Una serie di battute errate da una parte e dall’altra fa rimanere in stallo il punteggio 22 pari. Il punteggio si fa caldo e Piacenza segna un break importante che vale 22-23 con il muro di Russell su Romanò (entrato con il doppio cambio sul 21-20). Ma Milano non si lascia intimidire e risponde con l’ace di Porro, guadagnandosi la possibilità di chiudere la frazione  24-23. Russell non ci sta e porta i suoi ai vantaggi. Secondo tocco vincente di Brizard vale una possibilità di chiudere il set per Piacenza (26-27), che Ishikawa sfuma con il suo pallonetto (27 pari). Lagumdzija chiude la seconda frazione 29-27 riportando l’equilibrio nel punteggio.

Terzo set:

Equilibrio in partenza di set, block out di Ishikawa vincente per il 2 pari. Procede punto a punto il parziale, nessuna delle due squadre riesce a prevalere sull’altra, sfoderando in campo un gioco di altissimo livello da entrambi i lati del campo. Break per Milano e nuovo vantaggio per Milano con il martello nipponico Ishikawa (18-17). Jaeschke gioca sulle mani del muro avversario ma non trova nessuno a coprire, punto a Piacenza che acquisisce il vantaggio 20-21. La spunta Piacenza con il muro di Lagumdzija su Ishikawa che vale il 23-25.

Quarto set:

In vantaggio Milano all’inizio del quarto set l’errore in attacco di Russell, 3-1. Mantiene il doppio vantaggio Milano con Mosca la centro (6-4), poi l’attacco out di Lagumdzija segna il +3 (8-5). Piacenza reagisce e recupera i meneghini a quota 10 con il muro di Cester, coach Piazza usa il suo discrezionale. Ma sul turno di servizio di Caneschi, la Gas Sales macina punti segnando un parziale di 6-0 (10-13 con l’attacco di Russell). Suona la carica Chinenyeze con il suo primo tempo e Milano parte alla rincorsa degli avversari (12-14). Muro a uno per lo svizzero Jovan Djokic (entrato su Jaeschke sul punteggio di 10-12) che vale il 14-16, obbligando Bernardi al time out. Prende le distanze nuovamente Piacenza approfittando del servizio out di Milano (15-19). Caneschi mantiene il vantaggio con il suo primo tempo, punteggio a 17-21. Turno al servizio sempre del centrale Caneschi che mette in grande difficoltà la ricezione meneghina (17-22). Russell chiude la partita 19-25.

Roberto Piazza (Coach Allianz Powervolley Milano) – È un peccato non trasformare in punti le occasioni che ti capitano. Oggi siamo partiti molto bene nel primo set, il secondo lo stavamo di nuovo vincendo, poi un paio di situazioni, che abbiamo affrontato bene durante il campionato, in questo play off non ci sono riuscite come al solito. I motivi sono molteplici, come sempre dico io sono il primo responsabile. Dovremo cambiare sicuramente qualcosa anche perché abbiamo vinto le partite in trasferta e perso quelle in casa”.

ALLIANZ POWERVOLLEY MILANO – GAS SALES BLUENERGY PIACENZA: 1-3 (25-20, 27-29, 23-25, 19-25)

ALLIANZ POWERVOLLEY MILANO: Chinenyeze12, Staforini, Daldello, Romanò 1, Maiocchi, Patry 17, Mosca 9, Ishikawa 13, Djokic 2, Porro 1, Jaeschke 6, Pesaresi (L). Non entrato: Piano (L). Allenatore Piazza.

GAS SALES BLUENERGY PIACENZA: Lagumdzija 23, Russell 14, Recine 12, Catania (L), Stern 1, Brizard 5, Antonov, Scanferla (L), Cester 7, Pujol, Tellone, Caneschi. Non entrati: Pujol, Tondo, rossard. Allenatore Bernardi.

Arbitri: Rossi, Canessa (Manzoni)

Durata partita: 118’ (26’, 35’, 31’, 26’).

MVP: Edoardo Caneschi (Gas Sales Bluenergy Piacenza).

Martina Pollini