Oro e argento per Lucrezia Magistris ai Giochi del Mediterraneo

L’Azzurra sale sul gradino più alto nello strappo con 95 kg, secondo posto poi nello slancio con 114

Ancora due medaglie dalla pesistica azzurra ai Giochi del Mediterraneo! Lucrezia Magistris, vicecampionessa europea un mese fa a Tirana, conquista infatti l’oro di strappo nella categoria fino a 59 kg, sollevando 95 kg in terza prova e l’argento di slancio con 114 kg. Dopo i due ori di ieri vinti da Giulia Imperio, sale quindi a 4 il bottino di medaglie del sollevamento pesi azzurro a Orano.

La gara

La 23enne pavese è tra le ultime ad entrare in gara nello strappo con una ineccepibile prova a 90 kg. Dopo di lei arriva la tunisina Ghofrane Belkhir, ma i suoi 91 kg salgono solo al terzo tentativo. Alzano la posta invece la greca Sofia Georgopoulou e la turca Cansel Ozkan con 92 kg; non si fa attendere la risposta dell’Azzurra che in seconda prova solleva 93 kg. E’ lotta a due per il gradino più alto del podio; con la turca che termina i suoi ‘gettoni’ a 92 kg, rimangono l’italiana e la greca a contendersi l’oro. Quest’ultima mette il naso avanti sollevando 94 kg, ma fa di meglio la Magistris, che fa il tris di alzate positive con i 95 kg sollevati al terzo tentativo.

Nello slancio la turca è fuorigioco dopo la prima alzata (si ferma a 106) ma rientra in gara la tunisina Belkhir. E’ con lei che se la deve vedere la Magistris, per un emozionante testa a testa; l’Azzurra si presenta con 111 subito ‘visti’ dalla tunisina con 112; resta ancora in gara l’egiziana Ibrahim che a sua volta rilancia a 113. La scavalca nuovamente l’italiana con 114, prontamente ripresa dalla Belkhir con 115; tenta il tutto per tutto la Magistris con 118 ma questa volta la girata non va in porto. Argento per lei, dunque, con 114 kg e un totale che le avrebbe comunque dato ragione, con 209 (la tunisina, che ha poi rinunciato alla 3° prova, avrebbe chiuso con 206 kg).

Le dichiarazioni

“Sono soddisfatta per la gara, contenta del risultato, anche se dispiaciuta per l’ultima prova – dice a caldo la Magistris, che dopo aver vinto l’argento agli Europei di Tirana, ha iniziato una scia importante e positiva di successi – Dopo la trasferta in Albania abbiamo lavorato per mantenere alta la tensione durante gli allenamenti e in gara, e sono contenta dei risultati”.

Foto Simone Ferraro CONI