E’ cominciata Ateneika: nella variegata programmazione il tennistavolo ha una grande rilevanza

Uno spazio a forma di mezzaluna riempito con dieci tavoli da TTX. Scenografia migliore non poteva esserci per la tappa del Tennis Tavolo X (TTX) Ping Pong Fest che l’undici giugno farà la sua prima apparizione assoluta nel territorio isolano. Il CUS di Cagliari, nella sua Cittadella Sportiva ubicata a Sa Duchessa, accoglie gli appassionati di questa variante del tennis tavolo studiata per esser praticata all’aperto, con indubbia facilità rispetto alla formula tradizionale. (a sinistra il presidente Carrucciu durante la premiazione di AteneoiKA)

E intorno ai protagonisti che avranno tre set a disposizione (dalla durata di due minuti ciascuno) per aggiudicarsi la partita furoreggerà la inimitabile atmosfera di “AteneiKa – Sport, Music & You” che dall’1 al 12 giugno tiene banco con circa mille studenti impegnati in sedici discipline (tra cui il tennistavolo nelle sue specialità singolo, doppio e doppio misto) e serate musicali gratuite per tutti i gusti attraverso una ventina di artisti chiamati ad esibirsi sul palcoscenico, tra cui Dargen D’Amico, Ketama 126, Ivreatronic, Ditonellapiaga, Giorgio Poi, Emma Nolde, i Finley, Stu Larsen, Sara Mattei.

La perfetta intesa sviluppatasi negli anni tra AteneiKa e Fitet Sardegna ha fatto sì che il grande tennistavolo regionale si riaffacci da queste parti con l’organizzazione dei Campionati Sardi Assoluti e Paralimpici fissati per domenica 12 giugno 2022.

Il presidente Fitet Sardegna Simone Carrucciu non finirà mai di ringraziare la vicepresidente del CUS Manuela Caddeo e il Project Manager di AteneiKa, Alessio Correnti (vedere intervista in basso) per aver creduto sempre e comunque in questa disciplina. “Quando si ha a che fare con persone di ampie vedute che non badano al proprio orticello – continua Carrucciu – ma riconoscono i frutti maturati dalle collaborazioni, tutto funziona a meraviglia e si generano esclusivamente benefici. Nel corso del mio mandato continuerò in quest’ottica perché il tennistavolo si incastona molto bene nei contesti più disparati.”.

TT di Guspini

l programma completo della manifestazione è disponibile sul sito ufficiale https://www.ateneika.com/

ALESSIO CORRENTI: TRA TANTE DISCIPLINE IN MOSTRA IL TENNISTAVOLO NON GLI PASSA INOSSERVATO

Si guarda compiaciuto intorno. Ci sono tante persone che girovagano per la cittadella sportiva di sa Duchessa, indaffarate ma felici perché il famigerato festival di sport e musica ha ripreso a generare aggregazione, a moltiplicare il raggio di amicizie personali. Alessio Correnti e il suo team non si sono mai arresi. La pandemia li ha costretti a ridurre notevolmente la mole di creatività in attesa che tornassero i tempi migliori. E già da settembre dello scorso anno, con le collaborazioni strette e consolidate, hanno ripreso a riscrivere il copione di Ateneika intessendo rapporti, sondando i terreni per disegnare una prima fisionomia e poi individuazione di date, e dialoghi con università, sponsor, istituzioni, tra cui si infila come da tradizione anche la FITET Sardegna che in tempi non sospetti intuisce l’alta qualità organizzativa del contenitore sportivo-musicale.

Alessio Correnti, iniziate dieci mesi prima, ma gradualmente..

L’escalation più intensa si registra a gennaio; aprile e maggio sono i mesi maggiormente complicati, ma allo stesso tempo anche più belli.

Ora per tante persone è tornato il momento di divertirsi

Dopo due anni di pandemia, vedere il palco montato e i volontari che ritornano al festival suscita grandi emozioni e ci dà la carica. Non eravamo più abituati a queste movimentazioni ma ci stiamo divertendo.

E anche i numeri vi danno ragione..

Abbiamo totalizzato 1400 iscritti, un dato notevolissimo se si considera che negli ultimi anni ha imperversato la didattica a distanza. Rimanendo a casa, la popolazione universitaria ha diminuito considerevolmente i rapporti interpersonali.

Una delle novità dell’edizione 2022 è il TTX

Se l’obiettivo era di portare il tennistavolo in una versione più conviviale, associativa e aggregativa penso che la location riservata al TTX sia quella giusta. È vicina al palco, la vedono tutti e questo invoglierà alla partecipazione. I curiosi potranno provare e poi iscriversi al torneo. Penso per esempio ai bambini che nel pomeriggio fanno attività sportiva al CUS; di sicuro saranno stregati dai tavoli. Così come quelli della fascia universitaria compresa tra i 18 e i 35 anni, ma non mi sorprenderebbe vedere persone più attempate.

Con il presidente della Fitet Sardegna va tutto a gonfie vele..

Simone Carrucciu ha sposato la nostra causa quasi da subito. Ci siamo conosciuti nel corso di una cerimonia di premiazioni del CONI nell’ambito universitario e da quel giorno si è sempre prodigato per aiutarci. Per me è un onore poter dare spazio anche ai Campionati Sardi Assoluti e Paralimpici.

Tanto sport ma anche musica di qualità ad Ateneika 2022

Ospitiamo artisti che in tutta Italia si esibiscono contro il pagamento di un biglietto. Noi riusciamo a renderli gratuiti e fruibili per tutti perché uno degli obiettivi di AteneiKa è di favorire l’aggregazione e promuovere la cultura senza costi troppo esosi, anche in Sardegna.

IL TT GUSPINI SFIORA L’IMPRESA MA A RICCIONE È TERZO NELLA COPPA ITALIA COMITATI REGIONALI

(A cura di Michele Lai, presidente TT Guspini e consigliere regionale FITET)

Il terzo posto raggiunto nella fase finale nazionale della Coppa Italia Comitati Regionali ci rende orgogliosi delle nostre prestazioni, non senza un pizzico di rammarico per una finale che era ad un passo e nella quale avremmo potuto dire senza dubbio la nostra, se ci fossimo opposti ai vincitori, le Aquile Azzurre Milano.

La nostra giornata al PlayHall di Riccione inizia alle 9 del mattino e si conclude circa alle 21, dopo aver disputato tre incontri nel girone e successivamente i quarti e la semifinale nel tabellone ad eliminazione.

Veniamo inseriti nel girone D con la squadra emiliana ASD TT Ferrara 1, i trentini del GS Bolghera APD e i liguri del TT Don Bosco Varazze. I match si disputano con la formula olimpica che prevede dapprima il doppio seguito da quattro singolari.

L’esordio è con la squadra ferrarese, ben costruita, composta da giocatori di ogni tipo (giovanissimi ed esperti, con gomme puntinate e antitop), che di fatto concluderà il girone a pari merito con noi con due vittorie e una sola sconfitta subita per mano nostra per 3-1. Il doppio composto da me e Fabrizio Melis è molto affiatato e guadagna il primo punto nei confronti di Andreoli Alessandro e Mugellini Enrico che superiamo per 3-1. Gli emiliani impattano subito con la meritata vittoria di Antonucci Luca per 3-0 su Silvio Dessì che non riesce a decifrare il gioco ostico avversario, basato sull’utilizzo di una gomma antitop alternato a fulminei attacchi di dritto. Spetta a me riportare la gara nei binari giusti e non è facile imporsi sul pimpante classe 2011 Andreoli Pietro, ma la maggiore esperienza mi fa vincere 3-1. Un redivivo Silvio, ancora poco convinto dopo la sconfitta inaugurale, contrasta il gioco difensivo da lontano di Mugellini e lo supera per 3-1. Archiviamo così il primo incontro vincendo 3-1.

La seconda partita si chiude, purtroppo per noi, con una sconfitta per 3-2 nei confronti dei liguri del TT Don Bosco Varazze. Stavolta proviamo a cambiare la formazione, ma il doppio formato da Silvio e Fabrizio soccombe in maniera netta 3-0 di fronte al duo savonese composto da De Gregorio e Lattaro. Ancor peggio faccio io che perdo 3-2 con Cristalli, giocatore puntinato, parecchio sotto di me in classifica, ma al quale va il merito di aver sfruttato nel migliore dei modi la sua gomma. Sotto 2-0, compiamo una rimonta che ci riporta sul 2-2. Silvio dapprima sconfigge 3-2 De Gregorio, al termine di una gara lunga, interrotta anche da un medical time-out per infortunio del ligure. Successivamente, non senza patemi, ho la meglio per 3-1 su Lattaro, giocatore difensivo dotato di gomma antitop. Alla bella tentiamo la sostituzione, ben sapendo della difficoltà di Fabrizio nell’affrontare i giocatori puntinati, per cui Massimo Broccia se la vede con Cristalli, ancora euforico per la precedente vittoria. Tra l’altro sfrutta anche alcuni punti sottratti dall’arbitro al mio compagno per i servizi irregolari: vince 3-1, portando la sua squadra alla vittoria.

La terza e ultima partita del girone ci vede fronteggiare i tre ragazzi trentini del GS Bolghera APD. Otteniamo una vittoria abbastanza agevole per 3-1, con il doppio Lai-Melis che supera per 3-0 la coppia Larentis-Agostini, la doppietta di Silvio Dessì per 3-0 sia su Holler, sia su Larentis, inframmezzata dalla sconfitta per 3-1 di Massimiliano Broccia patita nei confronti di Agostini. Grazie alle due vittorie, di cui una nello scontro diretto col Ferrara, e grazie anche al fatto che la squadra trentina in apertura aveva superato 3-2 i liguri, concludiamo il girone al primo posto, consentendoci di affrontare ai quarti la seconda classificata del girone C, la friulana ASK Kras di Sgonico. A mio parere è stata la partita meglio disputata dell’intera giornata. Non siamo stai mai in bilico, ad eccezione del doppio inaugurale, in cui io e Fabrizio, dopo esserci portati sopra 2-0 nei confronti di Delevic-Magris, perdiamo il terzo set e dobbiamo sudare per aggiudicarci il quarto e consentirci di chiudere 3-1. I successivi due singolari disputati da Silvio Dessì contro Caserta Stefano Amedeo e dal sottoscritto opposto a Magris Simone risultano abbastanza agevoli per noi, con due vittorie nette per 3-0 che chiudono la pratica quarti con un rotondo 3-0 per il TT Guspini.

In semifinale ci aspetta lo scontro non facile contro i più quotati toscani del Ciatt Prato. La stanchezza inizia a farsi sentire in maniera importante e i toscani, oltre a vantare un collettivo con classifica complessiva migliore della nostra, hanno disputato una partita in meno di noi, in quanto inseriti nell’unico girone da tre della competizione. Noi partiamo comunque fiduciosi, anche se purtroppo il doppio Lai-Melis, dopo essere stato sopra per 2-1 sul duo Attucci/Noga, perde al quinto parziale in quello che è risultato l’unico decisivo doppio di giornata. Silvio Dessì supera in maniera netta per 3-0 il più quotato Gori, infondendomi una nuova carica in vista della sfida con il polacco Noga, giocatore del mio livello. Parto in maniera soft, soffrendo i servizi avversari e commettendo troppi errori gratuiti che mi portano in svantaggio per 2-1; con le ultime energie fisiche e mentali cerco di far stancare un po’ il mio avversario; aggiungendo la giusta dose di grinta rimonto e vinco 3-2. Sul 2-1 per noi nutro grandi speranze di poter raggiungere la finale, ma purtroppo non facciamo i conti col più fresco under 19 Attucci. Grazie al suo gioco offensivo mette alle corde e supera abbastanza agevolmente per 3-0 uno stanco Silvio Dessì. Sul 2-2 c’è una montagna difficilissima da scalare perché il forte Gori, sulla carta, appare superiore sia per Fabrizio Melis, sia per Massimiliano Broccia. Lasciamo che sia il già in palla Fabrizio a giocarsela e pur lottando nel secondo set, cede l’intera posta in palio al pratese, permettendo a lui e ai suoi compagni di disputare la finalissima con i lombardi.

Un ringraziamento lo rivolgo ai miei compagni per aver comunque venduto cara la pelle in tutte le partite disputate e ai nostri tesserati e amici sardi che hanno seguito le nostre gesta sia dal palazzetto di Riccione, sia da casa in diretta sul canale Youtube della Fitet. Rimane un po’ di delusione per una finale sfuggita di un soffio e che sarebbe stato bellissimo giocare. Una nota stonata, a mio parere, la premiazione prevista dall’organizzazione solamente per le prime due classificate e per la vincitrice del tabellone di consolazione. Purtroppo anche negli anni scorsi fu adottato tale criterio.

CAMPIONATI ITALIANI A RICCIONE, SECONDA SETTIMANA, UNA SOLA MEDAGLIA PER ORA IN SARDEGNA

Il primo metallo incassato da una società sarda ai Campionati Italiani 2^-3^-4^-5^-6^ categoria in corso a Riccione è un bronzo. Merito del duo campano Marialucia Di Meo/Pasquale Vellucci che veste la maglia del Tennistavolo Norbello. L’ascesa nel tabellone del doppio misto 3^ categoria è stata bloccata in semifinale, quando si sono scontrati con Attilio Serti e Margherita Cerritelli, impostisi dopo quattro set.

L’importante rassegna pongistica in corso nella nota località rivierasca continuerà sino a domenica 5 giugno 2022. Di seguito il riepilogo delle performances fatte registrare fino ad ora dai tesserati in Sardegna.

QUINTA CATEGORIA: I SINGOLARI

Tra i sardi in gara nel singolo si distingue il lanuseino Elia Licciardi (Muravera TT) che si spinge fino ai quarti di finale, bloccato da Lorenzo Violin che in svantaggio per 0-2, recupera e va in zona podio. Si fermano ai sedicesimi Nazzaro Pusceddu (Paulilatino) e Mattia la Gaetana (Decimomannu).

Emanuele Cuboni (Muravera TT) e Laura Alba Pinna (Tennistavolo Sassari) vengono estromessi al secondo turno dei tabelloni, mentre Chiara Scudino (Tennistavolo Sassari) non supera il girone.

Nel doppio maschile la coppia Licciardi/Cuboni giunge ai quarti, nel misto lo stesso Licciardi, in combutta con Sofia Episcopo (Molfetta) trova un muro invalicabile nei quarti. Mentre La Gaetana, assieme a Zemgus Lai (Marcozzi) cedono al secondo turno.

QUARTA CATEGORIA

Nel singolare spicca Giancarlo Carta (Santa Tecla Nulvi) che approda fino al terzo turno del tabellone ad eliminazione. Nello stesso compaiono il suo concittadino Silvio Dessì (TT Guspini) e Alessandra Stori (Muravera TT), stoppati al secondo turno. Vengono subito eliminati Floriana Franchi (Muravera TT) e Massimiliano Broccia (TT Guspini). Non vanno oltre la fase a gironi Gian Luca De Vita (La Saetta), Francesco Ara e Francesco Broccia (Santa Tecla Nulvi), Martina Mura (Tennistavolo Norbello).

Nei doppi la prestazione più importante si riscontra nel maschile con Giancarlo Carta in coppia con Pietro Iozzi (Eureka Roma) che si spianano la strada fino ai quarti. Martina Mura gareggia nel misto assieme al sardo Felice Leppori che però indossa la maglia del Villazzano: i due sono eliminati agli ottavi. Il duo maschile Ara/Francesco Broccia saluta la competizione al secondo turno. Fanno peggio di loro il doppio del Muravera TT Franchi/Stori, quello del TT Guspini Dessì/Broccia; e poi ancora Martina Mura/Irene Moretti (Campomaggiore Terni), e i misti Floriana Franchi/ Gabriele Bianchi (G. Castello) e

Michele Giardina (Libertas Zaccagnini)/Stori.

TERZA CATEGORIA: I DOPPI

Scritto del bronzo norbellese Di Meo/Vellucci, nel doppio misto il binomio Francesca Seu (Muravera TT)/ Francesco Trevisan (Sportni Krozek Kras) si arrende ai quarti alla coppia che poi vincerà la competizione, composta da Emanuela Daniele e Federico Baciocchi.

Stesso traguardo lo raggiungono Vellucci/Riccardo Varone (PG Frassati) e Seu/Giorgia Filippi (Colognola ai Colli).

Fermate agli ottavi le coppie Massimo Ferrero (Marcozzi Cagliari)/Rossana Ferciug (Quattro Mori Cagliari) e Andrea Scardigno (Molfetta)/Serena Anedda (Muravera TT).

Il tandem Ferciug/Claudia Minutoli (Casper) si arrende al secondo turno.

Subito estromessi Eleonora Trudu (Tennistavolo Norbello) e Giovanni Novi (PG Frassati),

Mattia Contu (Quattro Mori Cagliari)/Emanuele Leto (Fortitudo), il doppio marcozziano Massimo Ferrero/Stefano Curcio e quello norbellese Eleonora Trudu/Di Meo.

I programmi dei prossimi giorni

Giovedì 02 giugno 2022

Ore 07:30 Apertura impianto

Ore 09.00 Singolare Maschile 3^ categoria – Tabellone finale

Ore 09.00 Singolare Femminile 3^ categoria – Tabellone finale

Venerdì 03 giugno 2022

Ore 08:00 Apertura impianto

Ore 09.30 Doppio Misto 2^ categoria

Ore 14.00 Doppio Maschile 2^ categoria

Ore 14.00 Doppio Femminile 2^ categoria

Sabato 04 giugno 2022

Ore 07:30 Apertura impianto

Ore 09.00 Singolare Maschile e Femminile 2^ categoria

I tesserati sardi iscritti alla competizione:

TERZA CATEGORIA

Singolare maschile: Pasquale Vellucci (Tennistavolo Norbello), Stefano Curcio, Massimo Ferrero (Marcozzi), Nicola Pisanu (Muravera TT), Mattia Contu (Quattro Mori Cagliari)

Singolare femminile: Eleonora Trudu, Marialucia Di Meo (Tennistavolo Norbello), Rossana Ferciug (Quattro Mori Cagliari), Aurora Piras, Serena Anedda, Francesca Seu (Muravera TT).

SECONDA CATEGORIA

Singolare maschile: Marco Poma (Tennistavolo Sassari), Maxim Kuznetsov, Antonino Amato, Tommaso Giovannetti (Marcozzi), Salvatore Margarone (Santa Tecla Nulvi)

Singolare femminile: Giulia Cavalli, Krisztina Nagy (Tennistavolo Norbello), Lisa Bressan (Muravera TT)

Doppio maschile: Poma/Amato; Kuznetsov/Nicola Di Fiore (Pulcini Casina TT); Giovannetti/Marco Cappuccio (Il Circolo Prato 2010);

Doppio femminile: Cavalli/Arianna Barani (Cortemaggiore); Bressan/Sofia Mescieri (Castel Goffredo)

Doppio misto: Amato/Cavalli; Alessandro Guarneri (TTS. Polo)/Nagy; Poma/Mescieri; Giovannetti/Giulia Ciferni (TT Vasto); Kuznetsov/Elena Thai Kim Lan (Castel Goffredo); Marco Bressan (TT Genova)/Bressan.